(NH4)2Fe(SO4)2
ammonio ferro(II) solfato di ferro(II)

Il solfato di ferro di ammonio(II) (precedentemente anche sale di Mohr) è il solfato di ammonio e ferro, forma cristalli monoclinici solubili in acqua, di colore verde chiaro. Di solito è disponibile in commercio con sei molecole di acqua di cristallizzazione come ferro di ammonio (II) solfato di ammonio esaidrato. È un sale doppio del gruppo dei sali di Tutton.

Proprietà chimiche

Il solfato di ferro di ammonio (II) è usato principalmente come esaidrato. I cristalli verde chiaro sono molto solubili in acqua e formano una soluzione acida. Si cristallizzano secondo il sistema monoclino. Il sale con i due diversi cationi Fe2+ e NH4+ appartiene ai sali doppi. Quando disciolto in acqua, si forma un complesso ferro-acqua [Fe(H2O)6]2+, che è particolarmente stabile. Lo ione centrale Fe2+ è circondato nel complesso da sei molecole d’acqua come ligandi. La sostanza nota come sale di Mohr prende il nome dal chimico tedesco Karl Friedrich Mohr (1806-1879).

Produzione

Dopo aver miscelato due soluzioni sature a caldo di solfato ferroso e solfato di ammonio con un po’ di acido solforico, il sale di Mohr si cristallizza dopo il raffreddamento.

(NH4)2SO4 + FeSO4 → (NH4)2Fe(SO4)22)

Uso

Il sale di Mohr viene utilizzato nelle lezioni di chimica per gli esperimenti di cristallizzazione. La sintesi del sale con il calcolo della resa è un esperimento classico negli studi di chimica. Il sale è anche utilizzato in chimica analitica per regolare le soluzioni di permanganato di potassio per l’analisi dimensionale. A differenza del solfato di ferro (II), il sale doppio è molto più stabile in soluzione acquosa. I sali di ferro ordinario(II) si ossidano in soluzione acquosa per formare sali di ferro(III).