(NH4)2SO4
Solfato di ammonio

Proprietà chimiche

I chiari cristalli di solfato di ammonio, che appaiono bianchi quando sono finemente dispersi, si sciolgono bene in acqua con una reazione leggermente acida. Quando viene riscaldato a 235 °C, il gas ammoniaca si scinde, formando idrogeno solfato di ammonio. In caso di ulteriore riscaldamento al di sopra del punto di decomposizione di 280 °C, il prodotto intermedio si decompone anche in solfato di ammonio (NH4)2S2S2O77. Se mescolata con i nitriti, la decomposizione può essere esplosiva.

Produzione

Il solfato di ammonio si forma quando l’ammoniaca viene introdotta nell’acido solforico in una reazione altamente esotermica. Per evitare che la reazione sia troppo violenta, l’acido solforico viene diluito con acqua. Con una concentrazione di acido solforico superiore al 70%, si genera così tanto calore che l’acqua evapora da sola. Dopo un’attenta evaporazione, si ottiene il sale cristallino:

2 NH3 + H2SO4 → (NH4)2SO44)

Uso

Il solfato di ammonio è uno dei sali più importanti per la produzione di fertilizzanti grazie al suo contenuto di azoto. Viene anche usato insieme al nitrato di ammonio. Il solfato di ammonio è approvato come additivo alimentare E 517 per i vettori. È adatto anche come ritardante di fiamma nella produzione della carta o come sale nutritivo per la coltivazione di microrganismi, ad esempio funghi del lievito.