NH4Cl
Cloruro di ammonio

Proprietà chimiche

Il cloruro di ammonio forma cristalli ottaedrici incolori che odorano di ammoniaca. Quando viene riscaldato in una provetta, il cloruro di ammonio sembra sublimare, ma in realtà si decompone a 338 °C. In presenza di umidità dell’aria superiore a 350 °C, la sostanza si decompone completamente in ammoniaca e cloruro di idrogeno.

Le molecole di ammoniaca fuoriescono più velocemente delle molecole di cloruro di idrogeno a causa della loro massa inferiore. Pertanto la carta indicatore diventa blu-verde (ammoniaca) nella zona superiore e rossa (cloruro di idrogeno) nella zona inferiore. Nei punti più freddi della provetta i due gas reagiscono nuovamente per formare cloruro di ammonio. Questa reazione reversibile è tipica di una reazione di equilibrio:

NH3 + HCl → NH4Cl

Il cloruro di ammonio si scioglie in acqua sotto forte raffreddamento. È anche solubile in alcol etilico, ma non in etere e acetone. La soluzione acquosa (nella foto in basso a sinistra) reagisce acida, una soluzione di cloruro di ammonio al 10% ha un valore di pH di circa 5,0 a 25 °C (al centro una soluzione neutra di cloruro di sodio e a destra in confronto una soluzione alcalina di acetato di sodio).

Produzione

In laboratorio e nell’industria chimica il cloruro di ammonio può essere prodotto introducendo ammoniaca nell’acido cloridrico. Tuttavia, viene prodotto in grandi quantità anche nel processo Solvay durante la produzione di carbonato di sodio (vedi qui).

Anche gli antichi egiziani producevano l’ammoniaca salina riscaldando il letame dei cammelli. Le ammine in esso contenute producevano un fumo bianco di cloruro di ammonio con sale comune. La parola ammoniaca deriva dal termine “Sal ammoniacum”. Si riferisce a un sale che sarebbe stato trovato nell’oasi di Ra Ammon. Il chimico arabo Dschabir ibn Hayyan ha descritto la produzione di cloruro di ammonio per distillazione dei capelli nel 760 d.C.

Uso

Il cloruro di ammonio è necessario come elettrolita nelle batterie a secco. Il sale da saldatura necessario per la saldatura contiene cloruro di ammonio, che evapora a causa del calore. L’idrogeno cloruro formatosi in questo processo, insieme all’ammoniaca rilasciata simultaneamente, dissolve gli strati di ossido sulla superficie metallica. Questo crea un buon contatto conduttivo. Lo stesso processo viene utilizzato anche per la zincatura e la stagnatura dei metalli.

Il cloruro di ammonio come sale di ammonio più importante viene utilizzato in molte applicazioni tecniche, ad esempio

  • in conceria
  • nella stampa tessile
  • nel caso della fotografia analogica nel bagno di fissaggio o
  • nella produzione di esplosivi atmosferici.

Una miscela refrigerante per il raffreddamento può essere preparata sciogliendo il cloruro di ammonio in acqua o aggiungendo cubetti di ghiaccio. Le pastiglie all’ammoniaca disponibili in farmacia contengono, oltre al cloruro di ammonio, anche liquirizia e olio di anice, e hanno un effetto espettorante.

Sicurezza

In un caso individuale riportato, dosi giornaliere di otto grammi di cloruro di ammonio hanno portato all’acidosi dopo diverse settimane, che determina i sintomi anche a dosi più elevate. In caso di malattie epatiche o renali esistenti o di carenza di potassio, è necessaria un’adeguata cautela.